Apertamente

Bosnia: segnali di (fine?) tempesta L'ennesima crisi a quindici anni da Dayton. I nazionalismi destabilizzano lo Stato, mentre la comunità  internazionale sembra impotente e confusa. La Bosnia cerca la propria via per entrare nell'UE tra tante difficoltà  e ferite ancora aperte. Un commento
Una quindicina d'anni dopo la firma degli Accordi di Dayton, il 14 dicembre 1995 a Parigi, la Bosnia resta invischiata in quel che rimane di una transizione post-bellica interminabile. Le crisi hanno il gusto amaro del già visto, scandiscono il ritmo della vita quotidiana dei suoi cittadini (dis)illusi. Ogni volta si prevede il peggio, il sollievo che segue è dunque grande quanto illusorio.

Continua a leggere

News - Notizie

africaNei paesi che si affacciano sulla sponda meridionale del Mediterraneo è in corso un grande movimento di liberazione dall’oppressione di regimi autoritari che per decenni hanno conservato il potere e lo hanno esercitato, a volte in maniera violenta, senza rispettare i più elementari principi della democrazia. Nei paesi che si affacciano sulla sponda meridionale del Mediterraneo è in corso un grande movimento di liberazione dall’oppressione di regimi autoritari che per decenni hanno conservato il potere e lo hanno esercitato, a volte in maniera violenta, senza rispettare i più elementari principi della democrazia.

Continua a leggere

News - Notizie

patatAppuntamento con la storia a Sagrado venerdì 29 aprile. Alle 18.00 nella Sala Comunale, nell’ambito delle celebrazioni del Venticinque Aprile, l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con  il Centro Gasparini e con l’ANPI presenteranno il volume di Luciano Patat, “Il Duce ha sempre ragione.Il fascismo in provincia di Gorizia e nella Bassa friulana”. Interverranno l’autore Luciano Patat e il Segretario del Centro Gasparini, Dario Mattiussi.
Il volume di Luciano Patat è uno dei più importanti prodotti finora dal Centro Gasparini e non a caso ha avuto una straordinaria diffusione.

Continua a leggere

News - Notizie

I recenti sconvolgimenti nel Maghreb hanno portato alla luce molte delle caratteristiche proprie del web in relazione alla sua capacità di incidere sulla vita reale. Quelle che sono state soprannominate le prime
rivoluzioni digitali ci interrogano sull'influenza delle tecnologie legate al web in paesi a forte spinta demografica e con una crescente domanda di democrazia.

Continua a leggere

News - Notizie

In 42 anni al potere Muammar Gheddafi ha mostrato al mondo e al suo popolo molti volti: quello rivoluzionario, nazionalista e anticolonialista; quello filosofico della “terza via universale” alternativa a capitalismo e socialismo; quello del “padre-padrone” della terra di Libia. Ma chi è, davvero, Gheddafi? Per comprendere la vicenda politica e personale di Muammar Gheddafi che, inevitabilmente, si intreccia agli aspetti fondamentali della storia della Libia degli ultimi 42 anni, occorre partire dalle origini del personaggio.

Continua a leggere

News - Notizie

Il blitz dei Navy Seals che ha portato all’uccisione di Osama Bin Laden ha ancora diversi punti oscuri. In particolare rimane incerto il ruolo giocato dal governo e dalle forze armate pakistane. Chiarire questo punto non costituisce un dettaglio secondario, in quanto aiuterebbe a capire qual è, in ultima analisi, la strategia statunitense nella regione. L’uccisione di Osama Bin Laden nel corso di un raid condotto dalle forze speciali della Marina americana nel cuore del Pakistan ha offerto il pretesto ad una serie di riflessioni nel nostro paese non sempre particolarmente centrate. Come capita sempre più spesso, anche questa volta i giudizi morali si sono sovrapposti alla fredda valutazione delle cause e delle conseguenze di questa operazione militare, che meriterebbe invece un’analisi più approfondita. Sono in effetti molti i punti oscuri delle varie ricostruzioni degli eventi finora fornite dalle autorità coinvolte negli avvenimenti.

Continua a leggere

News - Notizie

Le rivoluzioni in Nord Africa hanno visto il massiccio coinvolgimento delle donne, che sono scese in piazza al fianco degli uomini per reclamare libertà e rispetto dei diritti. Un passo importante, ma non risolutivo. La vera sfida, adesso, è quella di coinvolgere le donne nell’elaborazione di nuove politiche all’insegna della dignità e della parità: in altre parole, di una democrazia reale.  Negli ultimi mesi in tutta l’Africa settentrionale sono esplose rivolte della popolazione. Le manifestazioni in Tunisia hanno innescato una reazione a catena. La scintilla è stata il suicidio di Mohamed Bouazizi, uno studente universitario disoccupato che si è dato fuoco davanti a un palazzo del governo dopo la confisca delle merci che vendeva abusivamente da parte della Polizia: la popolazione si è riversata per le strade, esasperata dalla mancanza di lavoro e dalla corruzione politica. Le donne hanno avuto un ruolo centrale in queste recenti rivoluzioni.

Continua a leggere

News - Notizie

Passeggiata mattutina,  inedito in Italia, è un reportage ritrovato negli archivi di Kapuscinski nel 2004 e pubblicato in Polonia nel 2007, due giorni dopo la scomparsa dell'autore. Si tratta di un dattiloscritto di sei pagine, corretto più volte dall'autore, corredato da uno schizzo dei luoghi menzionati nel reportage e da alcune fotografie. Da alcune notazioni contenute nel testo si presume sia stato scritto nel 1995. Il periodo a cui fa riferimento l'autore è quello che intercorre tra la fine del regime comunista e l'ingresso della Polonia nell'Unione Europea (2004), un'epoca ormai conclusa e lontana, in cui erano ancora vivi i ricordi del passato regime e regnavano ancora caos e incertezza. Da qualche anno il percorso della Passeggiata mattutina è ricordato da una lapide celebrativa posta nei luoghi descritti dal grande reporter.

Continua a leggere

News - Notizie

La crescita prosegue, ma "l'occupazione non riparte" e i consumi stagnano per il calo di fiducia delle famiglie verso la ripresa. Lo scrive la Banca d'Italia nel 'Bollettino Economico' diffuso oggi. "Livelli produttivi distanti da quelli precedenti l'avvio della recessione e un'incidenza ancora elevata degli occupati in Cassa integrazione ostacolano il ritorno alla crescita dell'occupazione", rileva Bankitalia precisando che nei primi due mesi dell'anno, il numero degli occupati in Italia "è ripiegato sui livelli minimi dell'estate scorsa": il tasso di occupazione mostra infatti il -0,3% rispetto al quarto trimestre del 2010.

Continua a leggere

News - Notizie

Nei Balcani la stagione dei conflitti è tramontata. Invece di procedere lungo la difficile strada del dialogo, però, in molti si affannano ad innalzare muri per tenere "l'altro" a distanza di sicurezza. E neppure l'Unione europea sembra immune da questa tentazione. Un commento "Ogni volta che l'uomo si è incontrato con l'altro", scrive Ryszard Kapuscinski, "ha sempre avuto davanti a sè tre possibilità di scelta: fargli la guerra, isolarsi dietro a un muro o stabilire un dialogo".
Passata la stagione sanguinosa dei conflitti, nei Balcani di oggi sono molti i segnali che raccontano di voglia di dialogo. Tra vari soggetti dell'area ex-jugoslava, ad esempio, si assiste ad un lento ma fruttuoso processo di riavvicinamento, che ha portato a un clima più  sereno e costruttivo per tutta la regione.

Continua a leggere

News - Notizie

Altri articoli...

Pagina 112 di 116

112

Quale orizzonte per la sinistra

Indagine SWG per Apertamente

Scarica l'indagine >>>

Galleria fotografica

Consigliati

La nube di vapore

La nube di vapore
di Mario Faraone - Il volume La nube di vapore raccoglie una scelta dei contributi presentati in occasione delle due giornate di studio organizzate dall’associazione Apertamente di Monfalcone, ovvero Integrazione, nuovo confine? (2 ottobre 2010) e...

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945
di Enrico Cernigoi - Il libro, dedicato alla storia della Brigata d’Assalto Triestina, ne analizza l’aspetto militare tralasciando ogni riferimento politico già ampiamente analizzato dalla storiografia locale e nazionale. La storia della Brigata...

Contro il fascismo oltre ogni frontiera

Contro il fascismo oltre ogni frontiera
di Marco Puppini - Questo libro di Nerina Fontanot, Anna Digiannantonio e Marco Puppini racconta l’avventura umana e politica straordinaria della famiglia Fontanot, avventura che si svolge attraverso mezza Europa dai primi anni del Novecento sino alla...

Aleksandrinke o les goriciens

Aleksandrinke o les goriciens
di Maria Pia Monteduro da Vespertilla - Inserito nell’interessante collana di gialli I luoghi del delitto, grazie alla quale “i lettori possono indagare aspetti sconosciuti di città notissime o di intere regioni”, il romanzo di Elena De Vecchi...

Di condizione precaria

Di condizione precaria
Nel corso di appena un ventennio il termine precarietà ha assunto una rilevanza
davvero significativa all’interno delle ricerche, delle analisi e delle teorizzazioni
delle scienze sociali.

Chi ha rubato il confine?

Chi ha rubato il confine?
Video - MAURO MANZIN è nato a Trieste nel 1960. Giornalista de Il Piccolo si occupa da oltre vent’anni di Balcani ed Europa dell’est. Ha pubblicato...

Tra padri e figli

Tra padri e figli
Franco Belci, attualmente segretario generale della Cgil del Friuli Venezia Giulia, è padre di due figli con i quali intesse in questo libro un intenso colloquio. Figlio di Corrado, parlamentare della Democrazia...

Il jihadista della porta accanto

Il jihadista della porta accanto
di Fouad Allam Khaled - Che cos'è l'ISIS e cosa si nasconde dietro la proclamazione del "Nuovo Califfato Globale"? Dove ci porterà il jihad lanciato contro l'Occidente che in pochi mesi...

Office at night

Office at night
di Guido Salvini - “Office at night. Appunti non ortodossi di un giudice” è il libro del giudice Guido Salvini ricco di riflessioni e scritti  pensati “quasi sempre a tarda sera nel Palazzo ormai deserto”....

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia
di Stefania Limiti - L'Italia e un paese sempre in cerca della verità, incapace di fare i conti col proprio passato. Il doppio livello non è la fotografia di una mente diabolica che avrebbe deciso i destini del nostro...

Ulderico e il figlio irrequieto

Ulderico e il figlio irrequieto
Dopo aver sfogliato gli album dei reportage africani di UldericoBressan, giovane ufficiale, serio eimpeccabile nella bella divisa biancae ascoltato i tanti racconti del figlio Carlo

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel
A cura dell’ISPI (Istituto per gli Studi Politica Internazionale)

Le nostre parole

Le nostre parole
di Matteo Orfini - Rompere i paradigmi, ricostruire un linguaggio, il suo linguaggio: questa è la priorità della sinistra, se vuole "tornare avanti", se vuole ricominciare ad essere forza di cambiamento, di fronte...

Il signore del sorriso

Il signore del sorriso
Un racconto travolgente quanto la cavalcata che ha portato in trionfo il personaggio a cui è liberamente ispirato: Silvio Berlusconi. Tra realtà e finzione, l’ironia dell’autrice intesse una storia che si muove al passo di un destino predestinato,...

Il rumore dei morti

Il rumore dei morti
«Nel silenzio profondo, il rumore dei morti – a saperlo ascoltare – diventa musica. I morti hanno fretta più dei vivi che giustizia sia fatta e di andare… dove devono andare». La frase del professor Federico Gerace, protagonista di questo...

L'Orient Express di Dos Passos

L'Orient Express di Dos Passos
Ai luoghi e ai popoli che incontra Dos Passos guarda sempre attraverso la sua lente di viaggiatore occidentale. Non gli è estranea una visione “orientalista”. Tuttavia il libro "Orient Express" offre un ritratto prezioso sia degli osservati che...

La via dei conventi

La via dei conventi
Non un libro sul turismo religioso ma un approfondimento storico sul movimento ustascia in Croazia, prima e durante la Seconda guerra mondiale e sui suoi influssi e riflussi nella Jugoslavia titina. Una ricostruzione fatta sulla base di documenti doplomatici...

Prestiti scaduti

Prestiti scaduti
Sentivo la mancanza di Kostas Charitos. Mi domandavo che ne fosse di lui, se non gli fosse successo qualcosa, proprio come ci capita di pensare per un vecchio amico che non si fa vivo da un po’ di tempo. Ed ecco che è uscito il nuovo romanzo della...

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi
A trent’anni dalla scoperta della P2, per la prima volta disponibili gli appunti segreti di Tina Anselmi, presidente della Commissione parlamentare sulla Loggia segreta, cui erano iscritti militari, agenti dei servizi segreti, parlamentari, ministri,...

La cavalcata dei morti

La cavalcata dei morti
Qualcuno ha bruciato vivo nella sua Mercedes un vecchio magnate della finanza e dell'industria. Forse è stato un ragazzo di banlieu, ma Adamsberg non ci crede. Ha bisogno di prendere tempo. Ed ecco gli arriva, dai boschi della Normandia, un omicidio...

Il memoriale della Repubblica

Il memoriale della Repubblica
«A distanza di oltre trent'anni dal rapimento e dalla morte di Aldo Moro, del cosiddetto memoriale restano duecentoquarantacinque fotocopie, che riproducono gli autografi dell'interrogatorio a cui il prigioniero fu sottoposto dalle Brigate rosse e...

Le stelle che stanno giù

Le stelle che stanno giù
Da una delle più autorevoli giornaliste bosniache, autrice di formidabili reportage per Nazione Indiana e Osservatorio dei Balcani, diciotto cronache, in gran parte inedite.

Metamorfosi etniche

Metamorfosi etniche
Questo libro, tesi di dottorato dell’autore, illustra la storia dei movimenti migratori da e per la Venezia Giulia e le dinamiche di appartenenza nazionale della sua popolazione a partire dallo scoppio della prima guerra mondiale fino al Trattato...

Le mie memorie

Le mie memorie
Da Aiello, piccolissimo paese del Friuli orientale, alla Cina passando dalla Russia dopo esser cresciuto in Brasile.
  • 1
  • 2

logo

L'Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione.
L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.

Array

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information