Apertamente

di Anna Donati da Sbilanciamoci.info del 19/3/2020 - A livelli più alti di inquinamento atmosferico corrisponde una più larga diffusione del coronavirus: uno studio SIMA illustra l’ipotesi, dati sulla Pianura Padana alla mano. Ambiente e salute sono facce della stessa medaglia: un vero Green Deal per ripensare il nostro modello di sviluppo non è mai stato così urgente. In questi giorni di emergenza coronavirus la priorità è salvare le persone contagiate in grave difficoltà respiratoria predisponendo strutture sanitarie adeguate, tutelare i lavoratori del sistema sanitario e dei servizi essenziali, mentre ognuno di noi restando a casa deve contribuire a ridurre l’espandersi del contagio.

Leggi tutto...

News - Italia

di Marco Puppini da Storia Storie PN del 2/2/2020 - Avevo scritto nei mesi scorsi alcuni spunti di riflessione sul Vademecum su foibe ed esodo pubblicato dall’Istituto Regionale per la Storia del movimento di Liberazione in occasione della Giornata del Ricordo 2019. In rapporto ai tanti orrori storiografici e speculazioni politiche uscite in passato e che continuano ad uscire sui media su questo tema, il Vademecum mi era sembrato un’opera che cercava di fondare un discorso su basi scientifiche e verificabili su un tema ormai oggetto di strumentalizzazioni politiche e campagne mediatiche che di scientifico non hanno nulla. D’altro canto, però, avevo delle perplessità nel merito di molte questioni.

Leggi tutto...

News - Italia

di Agostino Megale e Nicola Cicala da Italiani Europei del 27/1/2020 - Oggi è ancora più urgente di ieri rivolgere l’attenzione alla questione salariale, poiché da qui riparte la riconquista di una centralità del lavoro, sia esso dipendente o meno. Ridurre le diseguaglianze sociali, superare la condizione di un lavoro povero e con meno diritti è il pre­supposto essenziale per riconquistare il consenso perduto a sinistra nell’ultimo ventennio. Il salario medio netto mensile di un lavoratore italiano nel 2018 è pari a 1480 euro. Tuttavia, una percentuale compresa tra il 20 e il 25% degli occupati in Italia guadagna meno di mille euro al mese. Parliamo di circa 5,5 milioni di occupati, a cui vanno ad aggiungersi altri 5,5 milioni di pensionati che vivono con una pensione mensile inferiore a questa cifra.

Leggi tutto...

News - Italia

di Simona Maggiorelli da Left del 23/1/2020 - «Me ne frego» dice Salvini citando Mussolini. «È finita la pacchia» urla ai naufraghi dopo avergli negato un approdo sicuro. E poi: «Non è roba nostra», riferito a migranti minorenni non accompagnati. Fino ad arrivare a sbeffeggiare un giovane attivista delle sardine per un suo momento di incertezza nel parlare in pubblico. Basterebbe questo suo linguaggio totalmente privo di empatia, che giustifica e fomenta l’odio e il razzismo, per fare del capo leghista un impresentabile.
Oltre a rifiutare il contenuto violento delle sue parole, torniamo a smontare una per una le sue pericolose fake news a cominciare dall’invasione di migranti (che non c’è mai stata) che punterebbe alla sostituzione etnica dei bianchi, maschi, cristiani. Ma non solo.
Qui ci siamo applicati a ripercorrere la sua lunga serie di fallimenti e gli innumerevoli disastri che ha combinato, soprattutto da ex ministro e vice premier, recando grave danno al Paese.

Leggi tutto...

News - Italia

di Catherine Cornet da Internazionale del 24/1/2020 - “L’hanno ucciso come uno di noi”, hanno gridato i rivoluzionari egiziani quattro anni fa dopo l’omicidio del ricercatore italiano Giulio Regeni. Si riferivano all’impensabile ondata di arresti e torture di chiunque vada contro il potere del generale Al Sisi. Quattro anni dopo, un gruppo di studiosi italiani e britannici pubblica un libro in cui spiegano cosa è cambiato per la ricerca dopo l’assassinio di Giulio Regeni e perché l’”interesse nazionale” deve essere messo in discussione. La pubblicazione di un libro come Minnena. L’Egitto, l’Europa e la ricerca dopo l’assassinio di Giulio Regeni curato da Lorenzo Casini, Daniela Melfa e Paul Starkey è importante su più livelli. In primis, perché ricorda che giustizia non è ancora stata fatta, quattro anni dopo il feroce assassinio del ricercatore italiano al Cairo.

Leggi tutto...

News - Italia

di Davide Strukelj del 11/2/2020 - La sede romana del CONI è un grande palazzo color mattone dalla pianta a forma di H. La costruzione si affaccia sul fiume proprio dove si congiungono i lungotevere Cadorna e Diaz, che come noto sono due generali della prima guerra mondiale nominati contemporaneamente Marescialli d'Italia agli inizi del III anno dell'E.F., ovvero nel novembre del 1924. In quel punto è possibile attraversare il Tevere passando il ponte Duca d'Aosta, inaugurato nel 1936 ed intitolato al comandante della terza armata durante la prima guerra, al secolo Emanuele Filiberto di Savoia. Il palazzo ad H fu voluto da Mussolini, progettato dall'architetto Del Debbio, ed inaugurato nel 1932 quale sede dell'Accademia fascista di educazione fisica maschile e si affaccia sull'ampio piazzale De Bosis.

Leggi tutto...

News - Italia

di Alfredo D'Attore da Striscia Rossa del 6/2/20202 - La vittoria del centrosinistra in Emilia-Romagna e l’annuncio di Zingaretti di voler costruire un nuovo soggetto politico oltre l’attuale Pd sono due notizie incoraggianti. Aprono l’opportunità di una nuova fase della politica italiana, in cui un’egemonia di lungo periodo della destra non sia più un destino segnato. Allo stesso tempo, non sono esenti da insidie, che rischiano invece di prolungare e consolidare gli attuali rapporti di forza politici nella società italiana.  Il voto emiliano-romagnolo ha indubbiamente punito l’arroganza di Salvini (il quale non ha imparato la lezione che trasformare un’elezione in un referendum su di sé è il modo migliore per esserne travolti) e ha premiato la concretezza e la buona amministrazione di Bonaccini.

Leggi tutto...

News - Italia

di Giovanni Vale da Balcani Caucaso del 07/02/2020 - Ha preso ufficialmente il via il primo febbraio l’anno di Fiume Capitale Europea della Cultura. Inaugurazione che ha suscitato qualche polemica, ma anche rilanciato l’antifascismo e la tolleranza. Assenti la presidente Kolinda Grabar-Kitarović, in carica sino al 18 febbraio e il capo del governo Andrej Plenković. È sulle note di “Bella ciao” , cantata a squarciagola in riva all’Adriatico, che Fiume ha dato il via - lo scorso fine settimana - al suo anno da Capitale Europea della Cultura (in coppia con Galway in Irlanda).

Leggi tutto...

News - Europa

di Maria Luisa Vincenzoni da Striscia Rossa del 26/1/2020 - Gadi Luzzatto Voghera, storico, già docente all’università Ca’ Foscari di Venezia e alla Boston University, è il direttore della Fondazione Centro documentazione ebraica di Milano. Questa istituzione, che ora opera in una partnership internazionale con il Mémorial de la Shoah di Parigi e la Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, è un istituto culturale indipendente. Già nel 1957 la Federazione giovanile ebraica la costituì per “la ricerca e l’archiviazione di documenti di ogni tipo riguardanti le persecuzioni antisemite in Italia e il contributo ebraico alla Resistenza”.

Leggi tutto...

News - Mondo

di Ahmed Burić da Osservatorio Balcani Caucaso del 24/01/2020 - Sarajevo La capitale bosniaca figura in cima alla lista della classifica delle città più inquinate al mondo. Un recente rapporto della Banca mondiale stima oltre 3000 morti all'anno per inquinamento. Dal riscaldamento domestico alle centrali, le cause sono varie. Anche qui come altrove la politica locale sembra ignorarle. Nel corso dell’ultimo mese Sarajevo ha occupato quasi sempre il primo posto nella classifica delle città più inquinate al mondo. Accanto a megalopoli come Pechino e Nuova Deli, e altre città dove è tradizionalmente dominante l’industria pesante, soprattutto quella metalmeccanica, nelle ultime settimane la capitale bosniaca ha registrato alti livelli di inquinamento, nocivi per la salute umana.

Leggi tutto...

News - Europa

Altri articoli...

Pagina 2 di 140

2

Galleria fotografica

Consigliati

Borderless

Borderless
di Veit Heinichen

La Malaluna di Maurizio Mattiuzza

La Malaluna di Maurizio Mattiuzza
di Maurizio Mattiuzza

Appuntamento a Chinguetti. Le vie del destino

Appuntamento a Chinguetti. Le vie del destino
di Cristina Cristofoli La Caravella Editrice Caprarola, 2019; br., pp. 184

Le 10 imprevedibili qualità di un bravo manager

Le 10 imprevedibili qualità di un bravo manager
di Michele Degrassi - Breve vademecum su come affrontare le nuove sfide della gestione manageriale

Guardare al futuro. La politica contro l’inerzia della crisi

Guardare al futuro. La politica contro l’inerzia della crisi
di Franklin D. Roosevelt - a cura di Giuseppe Amari e Maria Paola Del Rossi; prefazione di James K. Galbraith; Roma: Castelvecchi Editore, p. 340.

La nube di vapore

La nube di vapore
di Mario Faraone - Il volume La nube di vapore raccoglie una scelta dei contributi presentati in occasione delle due giornate di studio organizzate dall’associazione Apertamente di Monfalcone, ovvero Integrazione, nuovo confine? (2 ottobre 2010) e...

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945

La Brigata d’Assalto “Triestina” nella Zona di Operazioni Litorale Adriatico Una storia militare 1943 – 1945
di Enrico Cernigoi - Il libro, dedicato alla storia della Brigata d’Assalto Triestina, ne analizza l’aspetto militare tralasciando ogni riferimento politico già ampiamente analizzato dalla storiografia locale e nazionale. La storia della Brigata...

Contro il fascismo oltre ogni frontiera

Contro il fascismo oltre ogni frontiera
di Marco Puppini - Questo libro di Nerina Fontanot, Anna Digiannantonio e Marco Puppini racconta l’avventura umana e politica straordinaria della famiglia Fontanot, avventura che si svolge attraverso mezza Europa dai primi anni del Novecento sino alla...

Aleksandrinke o les goriciens

Aleksandrinke o les goriciens
di Maria Pia Monteduro da Vespertilla - Inserito nell’interessante collana di gialli I luoghi del delitto, grazie alla quale “i lettori possono indagare aspetti sconosciuti di città notissime o di intere regioni”, il romanzo di Elena De Vecchi...

Di condizione precaria

Di condizione precaria
Nel corso di appena un ventennio il termine precarietà ha assunto una rilevanza
davvero significativa all’interno delle ricerche, delle analisi e delle teorizzazioni
delle scienze sociali.

Chi ha rubato il confine?

Chi ha rubato il confine?
Video - MAURO MANZIN è nato a Trieste nel 1960. Giornalista de Il Piccolo si occupa da oltre vent’anni di Balcani ed Europa dell’est. Ha pubblicato...

Tra padri e figli

Tra padri e figli
Franco Belci, attualmente segretario generale della Cgil del Friuli Venezia Giulia, è padre di due figli con i quali intesse in questo libro un intenso colloquio. Figlio di Corrado, parlamentare della Democrazia...

Il jihadista della porta accanto

Il jihadista della porta accanto
di Fouad Allam Khaled - Che cos'è l'ISIS e cosa si nasconde dietro la proclamazione del "Nuovo Califfato Globale"? Dove ci porterà il jihad lanciato contro l'Occidente che in pochi mesi...

Office at night

Office at night
di Guido Salvini - “Office at night. Appunti non ortodossi di un giudice” è il libro del giudice Guido Salvini ricco di riflessioni e scritti  pensati “quasi sempre a tarda sera nel Palazzo ormai deserto”....

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia

Doppio livello. Come si organizza la destabilizzazione in Italia
di Stefania Limiti - L'Italia e un paese sempre in cerca della verità, incapace di fare i conti col proprio passato. Il doppio livello non è la fotografia di una mente diabolica che avrebbe deciso i destini del nostro...

Ulderico e il figlio irrequieto

Ulderico e il figlio irrequieto
Dopo aver sfogliato gli album dei reportage africani di UldericoBressan, giovane ufficiale, serio eimpeccabile nella bella divisa biancae ascoltato i tanti racconti del figlio Carlo

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel

Il nuovo Jihadismo in Nord Africa e nel Sahel
A cura dell’ISPI (Istituto per gli Studi Politica Internazionale)

Le nostre parole

Le nostre parole
di Matteo Orfini - Rompere i paradigmi, ricostruire un linguaggio, il suo linguaggio: questa è la priorità della sinistra, se vuole "tornare avanti", se vuole ricominciare ad essere forza di cambiamento, di fronte...

Il signore del sorriso

Il signore del sorriso
Un racconto travolgente quanto la cavalcata che ha portato in trionfo il personaggio a cui è liberamente ispirato: Silvio Berlusconi. Tra realtà e finzione, l’ironia dell’autrice intesse una storia che si muove al passo di un destino predestinato,...

Il rumore dei morti

Il rumore dei morti
«Nel silenzio profondo, il rumore dei morti – a saperlo ascoltare – diventa musica. I morti hanno fretta più dei vivi che giustizia sia fatta e di andare… dove devono andare». La frase del professor Federico Gerace, protagonista di questo...

L'Orient Express di Dos Passos

L'Orient Express di Dos Passos
Ai luoghi e ai popoli che incontra Dos Passos guarda sempre attraverso la sua lente di viaggiatore occidentale. Non gli è estranea una visione “orientalista”. Tuttavia il libro "Orient Express" offre un ritratto prezioso sia degli osservati che...

La via dei conventi

La via dei conventi
Non un libro sul turismo religioso ma un approfondimento storico sul movimento ustascia in Croazia, prima e durante la Seconda guerra mondiale e sui suoi influssi e riflussi nella Jugoslavia titina. Una ricostruzione fatta sulla base di documenti doplomatici...

Prestiti scaduti

Prestiti scaduti
Sentivo la mancanza di Kostas Charitos. Mi domandavo che ne fosse di lui, se non gli fosse successo qualcosa, proprio come ci capita di pensare per un vecchio amico che non si fa vivo da un po’ di tempo. Ed ecco che è uscito il nuovo romanzo della...

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi

La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi
A trent’anni dalla scoperta della P2, per la prima volta disponibili gli appunti segreti di Tina Anselmi, presidente della Commissione parlamentare sulla Loggia segreta, cui erano iscritti militari, agenti dei servizi segreti, parlamentari, ministri,...
  • 1
  • 2

logo

L'Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione.
L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.

Array

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information