Apertamente

patatAppuntamento con la storia a Sagrado venerdì 29 aprile. Alle 18.00 nella Sala Comunale, nell’ambito delle celebrazioni del Venticinque Aprile, l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con  il Centro Gasparini e con l’ANPI presenteranno il volume di Luciano Patat, “Il Duce ha sempre ragione.Il fascismo in provincia di Gorizia e nella Bassa friulana”. Interverranno l’autore Luciano Patat e il Segretario del Centro Gasparini, Dario Mattiussi.
Il volume di Luciano Patat è uno dei più importanti prodotti finora dal Centro Gasparini e non a caso ha avuto una straordinaria diffusione. E’ un lavoro pensato per coniugare le esigenze della ricerca con quelle di una larga divulgazione e consente tra l’altro di affrontare la storia del partito nazionale fascista anche a livello locale, compreso ovviamente il caso di Sagrado di cui si parlerà nel corso della serata in modo più approfondito. Per i più anziani è un’occasione per confrontarsi con persone e fatti di cui possono aver sentito parlare senza averne avuto una conoscenza diretta, per i più giovani è un’occasione unica per confrontarsi con una delle pagine meno analizzate della nostra storia. Luciano Patat è uno degli storici più noti della nostra regione, autore di saggi fondamentali sulla storia del movimento operaio e dell’antifascismo nella nostra regione; basta ricordare il suo recente “Tra carcere e confino. Gli antifascisti dell’isontino e della bassa friulana di fronte al Tribunale Speciale”. In questo suo nuovo lavoro di oltre 400 pagine, impreziosito da un ricco apparato iconografico, l’autore, ricostruisce la storia del fascismo nei territori dell’ex Contea Principesca di Gorizia e Gradisca entrati a far parte del Regno d’Italia dopo la prima guerra mondiale. In una terra di confine, la cui storia è molto più complessa e problematica di quella nazionale, anche il fascismo assume aspetti e caratteristiche particolari che emergono dalla ricostruzione analitica delle vicende di oltre ottanta fasci di combattimento, insediati in tutti i comuni dell’area. Pensato come testo di divulgazione e come supporto ai ricercatori che intendono approfondire la conoscenza del ventennio fascista nella nostra regione, il volume, basato sull’esame di una ricca documentazione reperita in archivi nazionali, regionali e privati e sulle fonti giornalistiche d’epoca, è arricchito da un ampio apparato iconografico che sembra fermare nel tempo il lungo viaggio attraverso il fascismo di una intera generazione.

News - Notizie

Galleria fotografica

logo

L'Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione.
L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.

Array

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information