Apertamente

europalace monfalconeUno sguardo al futuro e non al presente. L’associazione culturale Apertamente si presenta domani con il primo appuntamento di una serie di incontri dedicati allo sviluppo della società. L’obiettivo è stimolare la politica e tutti gli enti a pianificare le proprie azioni sul lungo termine e non limitare la propria azione al fatto contingente.

Meno demagogia raccatta voti e più sostanza per il bene della comunità in cui viviamo, sembrano voler dire i membri dell’associazione che si richiama ai principi del socialismo progressista. Il gruppo, presieduto da Giulio Mellinato, ritiene che nell’Isontino sia più che mai necessario condurre una disamina approfondita delle questioni di tipo economico e sociale. L’importante è che lo sviluppo del territorio diventi il centro dei pensieri dei poteri politici, economici e sociali. Apertamente è decisa ad aprire una discussione sui problemi della provincia per arrivare a forme di sviluppo attuabili e non virtuali.

Ecco allora che il primo tema diventa quello dell’integrazione perché, se prima non si risolvono le contrapposizioni, non si può pensare di raggiungere uno sviluppo. L’appuntamento è domani all’Europalace Hotel di via Cosulich alle 9.30. Dopo l’introduzione del consigliere Paolo Polli la parola passerà al docente di Letteratura inglese all’Università di Trieste Mario Faraone e al giornalista di Repubblica Pietro del Re che interverranno su ”Immigrazione, multiculturalità, interculturalità”. Seguirà la relazione dell’ex assessore comunale di Monfalcone Bou Konate sull’integrazione nella città dei cantieri (”Disago reale o percepito?”). Quindi il vicedirettore de Il Piccolo, Alberto Bollis svilupperà il tema del rapporto tra comunicazione e realtà (”La stampa racconta quello che vede?”).

Chiuderà la sessione moderata da Michele Degrassi, il presidente Giulio Mellinato con l’intervento ”Integrazione, lavoro e cantieri”.

(s.b.)

Da "Il Piccolo" — 01 ottobre 2010   pagina 07   sezione: GORIZIA

News - Notizie

Galleria fotografica

logo

L'Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di promuovere e diffondere i valori e la cultura del riformismo, i valori della giustizia sociale e delle libertà civili. Nel solco della storia e della cultura del socialismo democratico e del liberalismo, l'Associazione si propone di affrontare i diversi temi politici, economici e sociali, attraverso il metodo dell'analisi e della discussione.
L'Associazione si propone di realizzare occasioni pubbliche di incontro e dibattito al fine di diffondere e radicare nella società un approccio intellettuale concreto ed oggettivo nell'analisi dei problemi del mondo contemporaneo, con particolare riguardo alla realtà locale/regionale.

Array

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information